"Archivio48" - 30/11/2006

 

Ma noi?

Ci chiedevamo, ironicamente, con Mario, riguardando vecchie foto: Ma noi , eravamo beats o hippies?

E una risposta non siamo proprio riusciti a darcela.

Certo, la Marina era il nostro punto di ritrovo, I gradini di S.Giacomo il luogo d'appuntamento, lo scoglio e donna Flavia il nostro “village”, onde rosse la nostra voce, i viaggi a Taizè, a Cristiania, ad Amsterdam, nella ex Yugoslavia il nostro “on the road”, gli appuntamenti alle manifestazioni la nostra protesta….

Caro Mario, ripensandoci, forse non siamo stati né gli uni né gli altri!

Siamo stati degli illusi , questo sì!

Credevamo di poter cambiare il mondo, credevamo in un futuro migliore, felice, dove tutto sarebbe stato più giusto !

Gridavamo il nostro credo a chi non ci ascoltava, nella speranza che il nostro modo di vivere, le nostre idee avrebbero convinto gli altri a pensarla come noi (forse con un po' di presunzione!).

Oggi, disillusi, ci rivediamo nei nostri figli, in tutti i giovani che continuano a lottare per quel mondo migliore .

A noi resta il ricordo romantico di quegli anni.

Ma ci resta anche il ricordo delle “ menti migliori della nostra generazione… ”, Antonio, Salvatore, Giorgio, Rosa….il ricordo di coloro ai quali, forse, avremmo dovuto dedicare maggiori attenzioni!

 

(di Attilio.. 03/04/2006)